LAZIODISU: ZINGARETTI-SMERIGLIO: "SU BORSE DI STUDIO LAZIO PRIMA REGIONE IN ITALIA"

In anticipo rispetto ai tempi degli scorsi anni,  già da oggi, lunedì 18 dicembre, Laziodisu dichiarerà vincitori tutti gli idonei nella graduatoria 2017/18 per quanto riguarda le borse di studio.

Anche quest’anno Regione Lazio e Laziodisu continuano dunque nell’impegno del pagamento delle borse di studio a tutti gli aventi diritto. Dopo aver conseguito questo risultato per quatto anni di fila il Lazio è risultata la regione con il più alto numero di borse assegnate e, in conseguenza di questo straordinario obiettivo raggiunto, la prima fra le regioni italiane nel riparto della quota di Fondo Integrativo Statale.

Il FIS assegnato al Lazio, infatti, è salito in pochi anni da 12 a quasi 30 milioni di euro, una crescita davvero significativa. Questo dato, insieme all’utilizzo di risorse comunitarie del Fondo Sociale Europeo con il progetto “In Studio”, ha consentito anche quest’anno a Regione Lazio e Laziodisu di saldare tutti gli aventi diritto in tempi record.

Così in una nota la Regione Lazio.

“Per l’anno accademico 2017/18 gli studenti risultati idonei hanno raggiunto la quota delle 20.788 unità, con una crescita del 24% circa rispetto agli anni precedenti. Nessun'altra regione in Italia assegna un numero così elevato di borse, soprattutto entro il 31/12 dell'anno di riferimento” dichiara il vicepresidente con delega all’Università, Massimiliano Smeriglio.

“Quando siamo arrivati qui in Regione gli idonei erano poco più di 16.000, 6.000 dei quali erano non beneficiari. Cioè ragazzi che per merito e reddito avevano diritto alla borsa di studio ma che la Regione non pagava per miopie ed inefficienze. Abbiamo capovolto la situazione. Da fanalino di coda a primi in Italia in pochi anni. Un risultato davvero notevole” aggiunge il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti

« Torna all'indice delle notizie