Concorso "un nuovo logo per ANDISU" - I vincitori

E’ della studentessa pugliese Alessandra Perillo il nuovo Logo di ANDISU.

Il suo lavoro è stato scelto come immagine dell’Associazione da una commissione di esperti tra i 49 lavori arrivati alla segreteria nazionale.

Alessandra, 25 anni, dopo aver conseguito il diploma all’Accademia di belle Arti Pietro Vanucci di Perugia ora studia a Firenze all’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche ed è vincitrice di una borsa di studio dell’ARDSU della Toscana.

Questa la motivazione della giuria:

La proposta risulta rispondere in modo particolarmente efficace alle richieste del brief.

Il segno ideato per il marchio è estremamente semplice e memorabile, ma al tempo stesso racchiude in sé un grande valore simbolico. Il suo doppio significato (diritto/uguaglianza e lo studio/pagina del libro) sintetizza le due caratteristiche più peculiari dell’associazione. La loro percezione è chiara, anche se non immediata e conferisce ancor più piacevolezza alla forma.

Particolarmente appezzata la scalabilità del marchio che mantiene un’ottima leggibilità anche quando utilizzato in piccole dimensioni e in applicazioni digitali (web e app).

Il font utilizzato per il logotipo è semplice e coerente con il mood generale.

Nel complesso la proposta risulta soddisfare pienamente le esigenze istituzionali, ma è anche assai vicina al moderno linguaggio iconico, di sicuro apprezzamento anche per il target di fruitori più giovani.

 

La giuria ha anche assegnato due premi per progetti particolarmente meritevoli ai seguenti elaborati proposti da:

 

Nacir Imache

La proposta è stata realizzata con un’accuratezza e competenza grafica davvero notevoli. Il progetto è sviluppato in modo particolarmente approfondito, ben oltre le richieste del brief.

Lo studio grafico, che parte dall’idea e dal disegno manuale, conferisce anche alla sua realizzazione finale una raffinatezza oggettivamente apprezzabile.

La creazione di un vero e proprio font identitario per l’Associazione è un’idea originale ed efficace. Nel tutt’uno tra marchio e logotipo, anche la scalabilità è garantita dalla qualità del lavoro di ricerca ben risolto.

Nel complesso la proposta risulta assai originale e molto coerente con il linguaggio comunicativo del target più giovane.

 

Gruppo di Lavoro composto da Tea Scarsella, Francesca Mastracci, Francesco Nocera, Anna Maria Orsini, Valerio Pini, Simone Tagliavia, Martina Zunica.

La proposta risulta rispondere in modo decisamente adeguato alle richieste del brief.

Il simbolo è originale e particolarmente riconoscibile. Il suo significato multiplo è di facile comprensibilità nelle sue varie sfaccettature. Il segno denso e di colore pieno, rende la sua scalabilità particolarmente efficace anche in formati molto piccoli.

Il mix tra forma e scelta del colore, conferisce una vicinanza al mondo comunicativo dell’editoria. Pur distanziandosi dal filone utilizzato in precedenza dall’associazione, può costituire uno spunto interessante.

Il font utilizzato è semplice e coerente con il mood generale.

Nel complesso la proposta risulta molto interessante ed efficace sia per il target istituzionale che per quello dell’utenza.

 

In ultimo è stata aggiudicata anche una menzione speciale ad Alessio Pievaroli con la seguente motivazione:

Il progetto presentato si posiziona volontariamente al di fuori delle richieste del brief con un elaborato di pregevolissima fattura che dimostra una grande competenza artistica sia grafica che linguistica.

La provocazione è accolta e apprezzata, soprattutto per quanto riguarda la simbologia utilizzata e la qualità della composizione che lo rendono particolarmente efficace nella trasmissione dei valori dell’associazione. Per questo è degno di una menzione speciale.


« Torna all'indice delle notizie